Gimkoba il figlio del giaguaro

La femmina di gorilla è molto giovane e inesperta, stringe al petto il suo cucciolo di pochi giorni, e all’arrivo dell’uomo bianco, spaventatissima, fa appena in tempo ad arrampicarsi sui primi rami di un albero.

Il cacciatore si accanisce con dure bastonate su mamma gorilla per poterle strappare il piccolo dalle braccia. Ma nel momento in cui sta per svenire dal dolore, veloce come un fulmine, una femmina di giaguaro interviene, seguendo il suo istinto materno e glielo strappa dalle braccia, portandolo in salvo.

Mamma giaguaro vorrebbe prendersi cura del piccolo gorilla, ma la natura stessa del suo latte, non glielo permette. Il felino è costretto a vagare nella foresta alla ricerca disperata di una mamma per il piccolo che sta morendo di fame.

L’occasione si presenta con l’arrivo di un ragazzo e una ragazza che raccolgono il piccolo nascosto tra gli alberi dal giaguaro.

Inizia una corsa contro il tempo, che vedrà i due giovani prodigarsi in tutti modi nel tentativo di salvare il cucciolo di gorilla.

Ci riusciranno e il gorilla crescendo, dimostrerà di possedere doti di comprensione straordinarie. I tre impareranno a comunicare con il linguaggio dei segni e proprio da questo nasceranno i problemi che li porterà ad affrontare una fuga al limite delle loro forze, nella foresta.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Elydor

Elydor, l’unicorno nero

Il piccolo unicorno viene alla luce nel magico mondo di Faerie dopo la rocambolesca fuga della madre, uno degli ultimi esemplari di unicorno sopravissuti alla caccia spietata degli sgherri del Signore del male, il quale vorrebbe assoggettare la giovane giumenta di sangue reale per farne una sua cavalcatura.

La femmina riuscirà a mettersi in salvo grazie all’aiuto di una silfide che l’assisterà anche durante il parto. Subito dopo aver messo alla luce il piccolo, la giumenta muore e la silfide si accorge che il puledro è stato infettato dal sangue materno, avvelenato a sua volta da una ferita riportata durante la fuga e infertale dalle oscure creature che l’inseguivano.

La giovane silfide chiede aiuto alla fata Silvestre la quale le consiglia di portare il puledro sulla terra e di affidarlo ad un essere umano di sua fiducia. Solo annullando la sua natura di unicorno mediante un incantesimo e facendo credere al resto del mondo che si tratta di un cavallino, sì potrà salvare il piccolo.

Un viaggio attraverso un portale misterioso, una nuova vita e un nuovo grande amico. Tutto questo unito ad una serie di disavventure è quello che attende il nostro piccolo unicorno. Una fiaba avventurosa, magica, suggestiva dal finale a sorpresa.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Le Favole di Gigagiò
Le favole di Gigagiò
Sette amici per sette avventure. Sette racconti in cui i protagonisti alla ricerca della verità, del quieto vivere, riscoprono il vero senso dell’amicizia e della solidarietà. Sette amici per scrivere altrettante storie ricche  tanta fantasia, generosità e caparbietà. Conchita, Packy, Tommy, Salvador, Lalla, Marianna e Flash protagonisti tra mille difficoltà di avventure pericolose, ideali e sogni da conservare e custodire.

 

Letture 0


Commenti

L’angolo di Vivì “Le Favole” — 4 commenti

  1. A noi farebbe piacere che l’Autrice inserisse piccoli sunti dei racconti in modo che chi eventualmente clicca per informarsi possa avere una piccola nozione sulle opere e che eventualmente, potrebbe anche acquistare.

  2. L’Autrice Vivì o Vicky Coppola, viene ospitata in questo sito Poetico non solo per l’amicizia che la lega al fondatore del Sito, primariamente perché è ritenuta un’ottima penna; Poetessa e fervida scrittrice di Favole per ragazzi e Noi abbiamo l’onore di averla qui tra Noi.

    Vicky Coppola,ha iniziato a scrivere piccoli brani di favole per bambini quasi per gioco poi man mano che la fervente fantasia si evolveva arricchendosi con l’esperienza e la forte volontà di imporsi in un genere a lei tanto caro, in questa pagina per gentile concessione dell’Autrice, possiamo ammirare e leggere un breve sunto per dare modo di maturare l’idea di farne un dono per i propri figli o nipotini, si riaprono le scuole e magari qualche favola ci può anche stare bene per far divagare i bambini e toglierli davanti alla Tv….

    • Mi era sfuggito, Pasquale,perdonami. Leggo soltanto ora questa tua presentazione sin troppo gentile nei miei riguardi. Ti rigrazio di cuore per la stima e ti rinnovo i miei saluti.

      • Grazie a Te Vivì, succede spesso che gli Autori postano e fuggono senza entrare e rovistare nel sito, nel quale io ci metto il cuore sperando di coinvolgere e far funzionare al meglio…applico diverse opzioni atte a coinvolgere ma ho poca fortuna e non comprendo da cosa dipende; eppure io non costringo o obbligo nessuno, lascio ampia libertà eppure spesso mi capita di notare degli allontanamenti che non so spiegare…ma pazienza mi basta qualche piccolo riscontro e la stima sul mio operato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.