Notice: Undefined variable: user_ip in /home/sfogliandopoesia/public_html/wp-content/plugins/post-views-counter/includes/counter.php on line 384

Notice: Undefined variable: user_ip in /home/sfogliandopoesia/public_html/wp-content/plugins/post-views-counter/includes/counter.php on line 390

Notice: Undefined variable: current_time in /home/sfogliandopoesia/public_html/wp-content/plugins/post-views-counter/includes/counter.php on line 390
OH LUCE - sfogliandopoesia.com
 
HomeOH LUCE    Accedi

OH LUCE

Posso chiederti come mai senza motivo apparente oh luce, tu ti manifesti, facendo capitolare in un momento le ombre lunghe e questo dolore; oh luce che mi stai sdraiata accanto, di notte, ed io non ti avverto, oh luce o tormento dell’anima che quasi si contrae e si deturpa e non regge, perché infeltrita come lana molle d’acqua e di pianto, raggelata dal peso e dal rigore di una stagione aliena, che fa di me un miserimmo insignificante stelo d’erba, talmente oppresso e sferzato che parla di vento al vento, di morte nella quota esatta in cui regna l’infima trama dei vermi, che nel loro groppo tengono la carne esausta prima tripudiale e guizzante, ora sfatta e fradicia ed è per loro unica sostanza, speranza e godimento, oh luce che vieni a parlarmi piccina e desolata, con il tuo fiato, con i tuoi grammi di meraviglia che impolverano le ali di pulsioni dormienti nel loro avello e non hanno pace né buio che possa bastare: sbattono contro sbarre incandescenti come ergastolani dissidenti. Oh luce, che doni al mio giardino morto e sfinito boccioli scarlatti di rosa, testamenti di spine, occhi stillanti rugiada. Oh luce, che mi vendi una preghiera, che poni sulla mia salma viva cimature di sole; che mi togli il malocchio della depressione, la spuria verità che genera terrore, oh luce che eclissi gli astri, che mi sfiori nelle mattine tediose, oh luce, oh Angelo del mattino che reggi l’apice di una stella, ti chiedo con il mio silenzio di farmi corroborante coraggio e tu mi chiedi di esistere come esiste da sempre la tua luce oh luce, oh luce che puoi darmi solo luce, che tergi l’onta della tenebra solo e soltanto con la tua luce; che non sei mani, né pallide braccia, non puoi più essere capelli, né ventre, ma luce, oh luce, soltanto luce, né voce, né ansimi, né piacere, ma luce. Oh mia luce, che fermi lance di buio, carri di accoramento, oh luce d’assenzio, benedetta dannata luce che enuclei il mio diritto di essere felice, oh luce: la tua assenza è sterminata e altisonante come una galassia d’acciaio. Oh luce, ti chiedo ogni sera cosa ne sarà di me, della mia speranza, della tua luce, oh luce, nella tua inconseguibile luce cerco la luce. Oh luce che frammenti i miei sogni e rinfocoli i geloni del mio cuore, che esule anela un bacio di luce,oh luce.

Condividi:

Commenti

OH LUCE — Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.