La fine del mondo.

 

 

 

La notte brucia come la neve
restiamo insieme in questo quadrato
lasciamo il mondo nel nostro sudore
sconfiggendo il destino.
La notte ci vive e ci cancella
restiamo al buio fino alla fine
usiamo il silenzio come una voce
mentre la voce trema.
La notte esisto dentro di te
e tu resisti come la notte
la pelle si sporca di desiderio
finché il giorno poi ritorna.
Tutte le notti nessuna preghiera
nessuna resa la bandiera
ai quattro venti la verità
che non si compra.
Mani legate sono catene
la notte brucia come la neve
di tutto l’amore già consumato
ne vorrò consumare ancora.
Lascia dentro di me il tuo segno
restiamo ancora in questo quadrato
l’oro e l’argento come ipocrisia
sconfiggeremo il nostro destino.
La nostra isola non ha un nome
i nostri sguardi son senza parole
i nostri respiri ci fondono
lasciamo il mondo fino alla fine.
Ci basta la notte per camminare
verso mete dipinte di libertà
dentro di me la tua parte migliore
dentro di te siamo guerra e pace.
Tutto ormai tace alle luci dell’alba
… era solo la fine del mondo.

Condividi: