HomeInfiniti indefiniti    Accedi

impossibile-1

Autore: Ignazio Pinna 

E non m’aiuti, oggi, amica penna ?

Non più scorri, musicale, lesta,

a creare i versi per futura strenna,

delle memorie, o di quel che resta.

.

Tu che le soppesi, giudice magnanimo,

ispirami parole, e le rime, e il senso.

Aiutami a descriver l’ego, e l’animo,

ciò che provai, e quel che vivo o penso.

.

Dei sensi, troppo intensi per il superlativo;

d’umori assai fluttuanti per un solo aggettivo;

d’esistenza complicata che non si descrive.

Ma forse, è giusto; perché chi soffre vive !

 

Ignazio Pinna – Luglio 2014

Letture 0

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

Letture 0

Mi piace: