HomeE’ strano    Accedi

05-dimensioni-parallele

Autore Germano Cantalupi

È strano ricordare soprannomi
O volti di amici
E amiche
Ormai scomparsi
Volti di compagni di scuola
Che hanno lasciato il segno
Nella mia mente
Gente che prima sconosciuta
Ma poi diventate amica
Che ora non vedo più
Se non nei sogni
O nei ricordi
Ragazzi
Che come me allora
Camminavano su questa terra
Sorridevano
Giocavano
Ma che non hanno visto
Ciò che ho visto io
Che non hanno sentito
Ciò che ho sentito
Giovani promettenti
Nella loro genialità
Che allora invidiavo
Ma che ora
Mi fa sentire in colpa
A volte
Mi chiedo se sono io
Che sono quello scampato
O loro
Che non lo hanno vissuto
Ma sono sicuro
Che svolazzano
Con le loro ali bianche
Ridendo
Di ciò che penso
Di ciò che scrivo
Di ciò che penso

Letture 0

I commenti sono chiusi.

Si prega di non violare il copyright!

Letture 0

Mi piace: