L’eco del silenzio

 

foglie a librar

Giungeranno
giorni di indifferente silenzio,
seduta li a rimirar
l’onda che trascina via
il tuo sguardo,
i tuoi occhi,
il tuo ricordo,
come una vela
scivola via,
nel tempestoso mare d’inverno,
come caduche foglie al vento,
come un aquilone s’innalza nel cielo,
come quello stormo
si libra verso caldi paesi.
Verranno i giorni
in cui il mio volto,
i miei occhi,
saranno lontani dai tuoi,
chiamerai il mio nome,
vorrai sentir la parola amore,
ma sarà solo silenzio e null’altro,
solo l’eco di un immenso silenzio.

(Anny C – 13 novembre 2013)

Letture 3

Pubblicato in Senza categoria

La mia valle.

Camminare
con il soffio del vento che sussurra
melodioso, canti di vita, profumo
d’ erba.
Il verde si mescola con i colori dell’estate
fiori di campo, 
antichi ulivi che parlano storia,

Casolari in pietra trasudano
ricordi di famiglie scomparse
gente che grondava sudore…

Odore di erba, germogli variopinti
tavolozza d’amore di antichi colori
come la valle che canta nostalgia …

Camminare col 
sussurro del vento fra gli alberi
sprigiona melodie che s’ intrecciano

con le parole.

DSC_2223

Letture 0

Pubblicato in Senza categoria