le mie mani

4182844-nonna-e-nipote-tenere-le-mani-isolati
 

A volte guardo le mie mani;
un po’ tozze, robuste …
certo, non sono da pianista.

Le mie mani hanno stretto
altre mani, hanno dato carezze,
hanno sudato le mie dita,
sono state callose e poi morbide …
ed ancora callose!

Si sono divertite con i colori
… e ho pregato Dio … con le mani.

 Le mani, le mie …
ora non stringono più come allora;
una parte della loro forza
s’è nascosta.
Ora scivolano sui tasti,
innamorate di una tastiera
che sceme!!!

 Ad accarezzare bottoni
di plastica disegnata
a volte sono stanche e doloranti:
l’amico reumatismo le ha trovate!

 Però scrivono!
Mi hanno sempre amato
le mie mani.
Ed io ho amato con loro!!!

by Elvio Angeletti

Letture 3

Pubblicato in Senza categoria

Autunno.

autunno6

 Sale la nebbia

nella valle antica

la luce e’ ombra

senza confini.

Nell’aria profumo

d’ autunno

l’estate si scolora

s’intinge il pennello

di giallo e il vento

finisce l’opera. 

Tutto e’ silenzio :

solo il  crepitio dei passi

sul selciato di foglie morte,

e la malinconia  sprigiona la

sua melodia…

 

Letture 4

Pubblicato in Senza categoria